Regionali 2020

Volt alle regionali a sostegno di Bonaccini

VOLT è un partito nato da pochi anni, esattamente nel 2017 dall’idea di un gruppo di giovani. Fin da subito si è radicato in molti paesi Europei e naturalmente anche in Italia.

In Emilia Romagna ha deciso di sostenere la candidatura di Stefano Bonaccini che ritengono essere stato un buon amministratore.

Abbiamo intervistato Emanuela Seri e Augusto Argento che si candidano nella lista di VOLT nella circoscrizione di Rimini

Perché avete deciso di sostenere il presidente uscente Bonaccini?

Perché Bonaccini ha governato bene. L’Emilia Romagna è una regione all’avanguardia come molti indici dimostrano, ma soprattutto perché queste elezioni sono forse le più importanti dal dopoguerra. Qui stratta di una visione valoriale e sono in gioco i valori di solidarietà, inclusione, accoglienza, di società aperta che sono valori della nostra regione. La controparte propone valori diametralmente opposti alle radici culturali dell’Emilia Romagna e a quelli dell’Unione Europea

Condividiamo quasi tutte le proposte del programma ambientale ed economico indicato da  Bonaccini. Inoltre abbiamo proposto ad esempio la rete per la cattura delle plastiche alle foci dei fiumi ad iniziare dal Po’, proponiamo inoltre maggiori investimenti per la mobilità elettrica.

Questione sanità; quali sono le vostre proposte e cosa ne pensate della chiusura del punto nascite di Pavullo?

Commenta Emanuela Seri, che ha origini in Pavullo “ E’ stata una sorpresa ricevere la notizia della chiusura del punto nascita che era anche noto per la grande qualità. Non credo sia stata una scelta giusta. Non c’è dubbio che la sanità regionale è buona, anche se non mancano alcune criticità come la carenza del personale medico specialistico, la gestione delle liste di attesa e manca soprattutto un Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) 2.0.

Aggiunge il candidato Augusto Argento : “l’FSE ha un grande impatto sulla produttività. In Emilia Romagna tanti archivi informatici non sono ancora collegati tra loro e mancano anche le interfacce facili da utilizzare da parte degli operatori. Manca anche un sistema per accedere a dati di qualità in modo sicuro.

Se sarà riconfermato Bonaccini, quale sarà la prima proposta che sosterrete come VOLT?

Seri: “Incrementare le politiche di istruzione e formazione. Anche in Emilia Romagna infatti l’analfabetismo funzionale (il non comprendere bene cosa si sta leggendo, ascoltando o vedendo) è purtroppo diffuso. L’ immigrazione è un problema che va affrontato e non negato e solo con adeguate politiche di intervento su istruzione ed educazione sarà possibile integrarli, perché sono loro che devono capire le nostre regole

Istruzione e formazione devo avere carattere permanente e non solo limitati al periodo scolastico. Questa è necessaria anche per fornire nuove occasione a chi ha perso il lavoro o a chi non lo trova ancora. Senza un lavoro è molto difficile l’inclusione di chi arriva, e senza lavoro la persona si sente perdere dignità.

Un altro tema che sosterremo sarà quello ecologico.

Uno dei problemi di Rimini, come riscontrato da varie statistiche è la sicurezza, in particolare nel periodo estivo; quali sono le vostre proposte su questo tema?

In Estate Rimini e i comuni limitrofi, decuplicano gli abitanti. Questo aumento periodico non può essere gestito dalle forze dell’ordine che hanno lo stesso organigramma invernale. Occorre una organizzazione flessibile che consenta in Estate di aumentare il numero di agenti. Inoltre occorre gestire con intelligenza l’immigrazione; qui lo stato è ancora carente e deve per primo farsi carico di controllare i livelli minimi di sicurezza per cui tutti paghiamo.

Uno dei vostri alleati nella coalizione, +Europa, tra i primi punti del programma sosterrà la liberalizzazione dei servizi per introdurre più concorrenza. Cosa ne pensate?

Il tema della privatizzazione non mi piace molto. Purtroppo il più delle volte ha una logica egoistica. Il pubblico deve garantire i servizi di base, poi citando il libro di M. Mazzucato occorre ben valutare le situazioni in cui “c’è chi crea valore e chi lo sottrae all’economia“.

1 comment

Emanuela serri 25/01/2020 at 16:04

Rettifica: non ho detto che abbiamo necessità degli emigrati . ho detto che l’emigrazione è un problema che va affrontato e non negato. E che solo con adeguate politiche di intervento/istruzione/ educazione sarà possibile integrarli, perché sono loro che devono capire le nostre regole. Ho aggiunto che ci vuole buon senso e che buttarli al mare non è una soluzione. Ho anche affermato che nella scuola abbiamo molti ragazzi ben integrati e studiosi perché le famiglie capiscono che solo attraverso il successo scolastico potremmo migliorare la loro vita.

Reply

Leave a Comment

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com