Il Vietnam della Legge Finanziaria

Gli infiniti torbidi meandri del Delta del Mekong costituivano altrettante trappole per i marines impegnati a contrastare le infiltrazioni dei Vietcong attorno a Saigon.

La legge Finanziaria del governo giallorosso dovrà percorrere i meandri dell’approvazione in Parlamento in condizioni molto simili, tra gli agguati di Renzi, le imboscate dei capibanda del PD, le incursioni delle pasionarie grilline orfane di poltrona ministeriale e una miriade di lobby, sindacati e gruppi di potere alla ricerca spasmodica dell’oncia di carne.

Alberto Forchielli e Fabio Scacciavillani parlano del bilancio pubblico 2020, concepito male da un ministro dell’Economia senza qualità e competenze di sorta; nato peggio tra le burocrazie ministeriali ormai incapaci persino di usare la calcolatrice meccanica; e allevato miserevolmente dal povero Conte che non ha alcuna idea di cosa fare.

E sullo sfondo si staglia il giudizio della Commissione Europea che al contrario delle previsioni fatte sulle terrazze romane non sara’ del tutto benevolo.

Leave a Comment