Il Governo dei sogni flessibili

La stella polare del governo giallorosso come di tutti i governi succedutisi dalla meta’ degli anni ’60 (con l’eccezione del governo Andreotti Malagodi nel 1972) e’ l’aumento della spesa pubblica. Dal dopoguerra solo nel 2010 e nel 2016 vi e’ stata una diminuzione di pochi miliardi di euro della spesa pubblica in Italia (rispettivamente di 4 e 2 miliardi, cioè briciole). Nel nuovo governo, dopo la notte dei lunghi coltelli sui sottosegretari, monta irrefrenabile l’eccitazione per la prospettiva di ottenere ampia flessibilità sui conti pubblici dalle istituzioni europee. L’illusione dei questuanti sara’ effimera, spazzata dalla ferrea logica dei numeri.

 

Leave a Comment