Economia italiana: un 2019 da scordare, un 2020 di sofferenza

Con il dato sul Pil del quarto trimestre 2019 si è chiuso in modo disastroso l’anno che un allucinato Conte aveva promesso sarebbe stato bellissimo. Il popolo di cui si spacciava per avvocato ha ricevuto un’altra mazzata. Quantomeno il popolo che ogni mattina si reca al lavoro. Il popolo dei parassiti invece ha effettivamente festeggiato un’altra pioggia di sussidi, nella vana attesa che i navigator trovino un posto a questa umanità di incapaci.

Da Avvocato del Popolo a Curatore Fallimentare

La qualifica più azzeccata per Sua Eccellenza Giuseppi Pochette sarebbe Curatore Fallimentare delle illusioni: in particolare l’illusione che pasturando una pletora di parassiti si possa risollevare l’economia italiana. Invece la realtà ha inviato il conto a Palazzo Chigi e a Via XX settembre.

Purtroppo non saranno le scimmie al volante a pagarlo, ma quei pochi milioni di italiani che lavorano nelle imprese ancora in grado di esportare e che tengono a galla il paese.

I punti critici per il 2020 rimangono esattamente quelli del 2019, ma l’anno parte male con l’epidemia di corona virus in Cina che imprimerà una frenata alla crescita globale.

 

Leave a Comment