Boldrin e De Blasi: “Davvero insultare tedeschi e olandesi è una buona idea?”

In questa nuova puntata de “Il filo d’Arianna”, Michele Boldrin e Costantino DeBlasi intervengono sulla risibile lettera promossa da Carlo Calenda assieme ad alcuni amministratori locali del nord-est (tra cui Sala, Brugnaro, Gori, Bonaccini e Giovanni Toti).

Provate a pensare quale sarebbe la reazione del popolo italiano —incalzano i due promotori di Liberi e Oltre— se, a pagamento sul Corsera, un po’ di politici etiopi (o libici o eritrei, fate voi) venissero a rimproverarci per la nostra avarizia e ci dicessero che se vogliamo essere una grande nazione dobbiamo farci carico delle loro spese, dei loro debiti, del loro stato fallimentare e dei disastri giganteschi a cui sono sottoposti. Magari ricordandoci i nostri crimini ivi commessi in epoca coloniale … Ecco, pensateci.

 

Sull’argomento ti potrebbe interessare: 

Controlettera sui “coronabond” – di Dario Bortoluzzi

Leave a Comment

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com