Corsivi corsari Speaker's Corner

Trade-off della Pandemia: Buttarsi e’ Meglio che Attendere?

I trade off della pandemia non sono facili da spiegare. Ma provate ad immaginare di essere ospiti in un grattacielo di 50 piani, l’Italia. Il vostro appartamento è al primo piano (12 metri da terra). Il portiere del grattacielo, il PD, causa per negligenza, imperizia, ignavia etc..etc..etc.. un incendio al pian terreno e, dopo  pochi minuti l’intero piano di ingresso allo stabile è invaso dalle fiamme. Le fiamme, come sappiamo, si muovono verso l’alto. la statistica ci dice che buttarsi da 12 metri ci garantirebbe con buona probabilità fratture ma con scarsa probabilità la morte.

Ipotizzando una velocità “mortale” di caduta nel vuoto pari a 80 Km/h, essa si raggiunge dopo 25 metri dal punto di partenza. Altezza corrispondente a circa il secondo piano (il piano superiore al nostro appartamento) del grattacielo. Quanti, razionalmente, col pavimento che scotta, si butterebbero da 12 metri (che non sono pochi vi assicuro) e non tenterebbero invece di salire per le scale fino al piano superiore, poi quello ancora più in alto fino al 50mo per “guadagnare tempo” allontanandosi dalle fiamme e dal calore?

Credo moltissimi, correggetemi se sbaglio. Bene, una sola rampa di scale, in questo caso, riduce le probabilità di sopravvivenza singole (se mi butto dal secondo piano muoio) relegando la “speranza di vita” ad un intervento “esterno”, intervento soggetto a nuove e diverse probabilità.

È quello che è successo. Gli Italiani sono stipati al 50m piano, sulla terrazza di questo grattacielo, attendendo i salvatori, Lega e 5Stelle. Salvatori perché hanno promesso e giurato, in campagna elettorale, di avere mezzi e competenze per salvare il paese dalle fiamme.

Cari tutti, avete votato sottostimando il rischio (Ellsberg paradox, aridaje co ‘sti paradossi) ma c’è una buona notizia. I responsabili dell’incendio pare inizino a rendersi conto degli errori e si sono posizionati, sotto le finestre del primo piano, con un telone bello grosso (Carlo Calenda e’ uno di quelli che lo regge). Vi consiglio di percorrere all’inverso la strada fatta per raggiungere l’ultimo piano appena avrete il sentore che i mezzi di soccorso dichiarati da questi salvatori non esistono.

 

Dispositivo anti-incendio

Molti si faranno male durante la discesa, molti si fattureranno buttandosi dal primo piano (non centrano il telone), molti rimarranno illesi. Quelli stipati all’ultimo piano attenderanno … fiduciosi. Ma saranno sempre meno. Ed i teloni sotto le finestre del primo piano, spero sempre di più.

Scritto in fretta, spero si capisca. Ma in caso la morale fosse troppo oscura si parta da un dato certo: le casse pubbliche (e anche quelle private) italiane hanno un fondo oltre il quale non si possono garantire servizi essenziali. Una volta metabolizzato questo concetto di ragioneria elementare, il resto diventa di assoluta limpidezza.

1 comment

Lucio Cam 08/04/2020 at 21:20

Grande Erne’ ti leggo su Twitter da tempo e anche in tema di Covid sei sempre stato uno dei pochi lucidi riferimenti. Nonostante i vari ganassa che ti sfidavano! P.s. Quando riesci a invitare a cena insieme Calenda e Boldrin?

Reply

Leave a Comment

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com