Speaker's Corner

Sardine, che errore invitare sul palco Nibras Asfa

Le sardine, invitando a parlare Nibras Asfa, hanno commesso un errore. Mi sembra che una certa sinistra cada spesso nella stessa trappola: l’idea che sia progressista criticare il cattolicesimo (in quanto tradizione da cui emanciparsi) mentre rispetto all’islam sia progressista l’atteggiamento opposto (in quanto minoranza da tutelare ed espressione della parte del mondo oppressa). È naturale che un laico vigili su ogni episodio di razzismo e islamofobia ma questo non dovrebbe portare a sorvolare su rischi e problematiche delle posizioni politiche di ambienti musulmani.

Se il marito e compagno di attivismo politico di Nibras sostiene Hamas, equipara le sofferenze del popolo palestinese a quelle degli ebrei sotto il nazismo, chiama “martiri” combattenti di gruppi terroristici, mostra cartine della Palestina in cui Israele manca del tutto… io semplicemente lo chiamo un estremista, un cretino e non lo invito a una manifestazione progressista. Se lo vengo a scoprire successivamente mi scuso. Non si può parlare di “vigilare contro l’odio” e poi non vedere post del genere: tanto è vero che lo stesso autore ha pensato bene di rimuoverli. Io nel mio piccolissimo tolgo il like a qualsiasi pagina di sostegno a Israele se vedo che anche solo tollera nei commenti attacchi razzisti ed estremisti contro gli arabi, e purtroppo sono diverse.

L’occasione però pareva troppo ghiotta per fare la contrapposizione tra “Io sono cristiana” della Meloni e “Io sono musulmana” di Nibras. Tattica anche questa controproducente: buttandola sull’identitarismo religioso (che è ciò che fa Meloni fingendo di nascondersi dietro la libertà di culto) si favorisce solo la tribù più forte, quella più numerosa. I progressisti dovrebbero disarticolare questo sistema: parlare di laicità a prescindere dall’orientamento religioso, incoraggiare e dare visibilità a esponenti liberali dell’Islam. Liberals stand for liberal values.

Aggiungo: la destra italiana ha ovviamente schiamazzato contro questo. Faccio presente che Salvini ha poco fa dichiarato che per la presidenza della commissione d’inchiesta sulle banche andrebbe bene il M5S Lannutti, che rilanciò su Twitter i Protocolli dei Savi di Sion. Ovviamente su questo i media di destra non diranno nulla, se il soggetto fosse stato musulmano ne avrebbero strillato per giorni. I razzisti esistono, compatisco gli ebrei che sperano di ripararsi sotto la loro ala senza accorgersi di esse utilizzati semplicemente come foglia di fico.

Stefano Leanza

Nato a Milano un ventennio fa, studio Giurisprudenza a Roma. Penso liberale e scrivo di giustizia e garantismo. Blogger per hobby, sono appassionato di giornalismo politico e sportivo.

1 comment

Operazione Weserübung: Danimarca e Norvegia in un boccone 10/04/2020 at 23:51

[…] del tutto impreparata a fronteggiare la macchina da guerra nazista che, ovunque giungesse, imponeva la sua Judenpolitik, nonostante di ebrei ce ne fossero relativamente pochi nell’Europa del Nord. La quasi totalità […]

Reply

Leave a Comment

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com