Attualità Finestra sull'Europa

Non utilizzare il MES significherebbe tradire l’Italia

La riforma del MES spiegata bene.

É notizia di pochi minuti fa: l’Eurogruppo ha finalmente deciso, l’unica condizionalitá del MES sarà usarne i fondi per far fronte alla spesa sanitaria.

Non cambiano le cifre, ogni paese potrà richiedere fino al 2% del PIL, nel caso dell’Italia circa 36miliardi di euro, restituibili in 10 anni ad un tasso dello 0,115%. Si, avete letto bene, 0,115%. Per darvi un’idea un BTP a 10 anni oggi ha un tasso del 1,819%. Nel caso l’Italia dovesse richiedere tutti e 36 i miliardi disponibili invece che emettere lo stesso ammontare in BTP, ad oggi risparmierebbe circa 600 milioni di euro all’anno.

Nelle settimane passate pezzi di partiti di ogni colore politico, dal M5S alla Lega, passando per FDI ed anche qualche esponente del PD, avevano parlato di “ricatto”, “tradimento”, “cappio al collo”.

Ebbene, l’unico tradimento verso gli italiani sarebbe quello di non utilizzare i fondi del MES.

Certo, questi fondi non potranno essere spesi per l’ennesimo salvataggio di Alitalia (si parla dell’ennesimo salvataggio da 3 miliardi), diventato ormai quasi un piacere morboso del politico di turno. Non potranno essere spesi per assumere qualche altro migliaio di Navigator, o per pagare qualche altro super commissario per l’emergenza.

Dovranno essere invece spesi per far fronte alle spese sanitarie derivanti dalla crisi del COVID-19: stipendi per il personale sanitario, acquisto di attrezzature e materiale come respiratori o mascherine, costruzione di nuovi reparti di terapia intensiva, reagenti per poter fabbricare tamponi.

Insomma, tutte cose che alla politica nostrana non piacciono: non creano sedie e sgabelli per amici degli amici, non liberano scrivanie per ex compagni di classe in qualche società partecipata. E, cosa che proprio non sopportano, non permetterebbe loro la ormai trita e ritrita propaganda vittimista ed auti-europeista.

Siamo certi, purtroppo, che troveranno il modo per ribaltare a loro favore la situazione e riusciranno a produrre l’ennesima grande quantità di balle, con l’aiuto della carta stampata e dell’informazione televisiva. Ma in un paese normale sarebbero accusati di tradimento verso i contribuenti, che quei 2,5 miliardi se li risparmierebbero volentieri.

Conte, Salvini, Meloni, Di Maio

Saul Giordani

Laureato in Ingegneria informatica, liberal-incazzato, tento dall'estero di fare qualcosa per la mia derelitta Italia. Chi la dura la vince!

1 comment

Eutasia 09/05/2020 at 21:21

D’accordo!!! 200%

Reply

Leave a Comment

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com