Politica interna

La prima volta di Volt ad una consultazione nazionale

Per la prima volta Volt, il movimento politico europeo, partecipa ad una consultazione nazionale, presentando il suo simbolo e il suo candidato per sostituire il seggio vacante alla Camera di Paolo Gentiloni, nominato eurocommissario: si voterà il prossimo primo marzo a Roma ed il candidato è Luca Maria Lo Muzio Lezza..

“Volt” invita all’appuntamento del prossimo 1 febbraio a Roma, dalle ore 10:30, in via Nazionale 66 (presso l’associazione “Per Roma”) alla conferenza stampa di lancio della campagna elettorale e del programma di Volt.

Lo Muzio è stato scelto con largo anticipo rispetto alla consultazione. Questo ha consentito ai potenziali elettori di conoscerlo ai vari banchetti e eventi organizzati per raccogliere le firme necessarie alla presentazione della sua candidatura. 

Luca Maria Lo Muzio Lezza, 32 anni, architetto originario di Bari, vive a Roma da otto anni. Lavora in uno studio di progettazione per grandi infrastrutture e collabora con l’università di RomaTre. Per “Volt” è responsabile regionale del Lazio. Dichiara Luca: “Roma è la città che ho scelto e che sento mia. La città che chiamo casa, dove ho conosciuto mio marito, e che vorrei vedere rinascere”.

“Volt” è un partito paneuropeo, progressista ed ecologista che conta già un eurodeputato al parlamento di Strasburgo. È presente in tutti gli Stati membri dell’Unione europea con lo stesso simbolo, gli stessi valori e lo stesso programma. Ma “Volt” lavora anche a livello nazionale e locale. Ne è prova la partecipazione a queste elezioni suppletive.

Giampiero Castellotti

Romano, sono giornalista professionista iscritto all'Ordine dal 1983. Ho lavorato per quotidiani e riviste, occupandomi in particolare di temi economici e sociali. Sono stato consulente di parlamentari, enti locali, Anci Servizi, Anev, Cna, Confindustria, Formez, Legambiente, Retecamere, ecc. Sono stato caposervizio della casa editrice dello Snals ed attualmente responsabile dell'Ufficio comunicazione dell'Unsic, sindacato datoriale con 2.100 Caf in tutta Italia.

Leave a Comment