Corsivi corsari Economia & Finanza

Le Falle della Memoria di Tremonti sul Mes

La memoria di Tremonti

Le falle della memoria di Tremonti sul Mes sono abbastanza evidenti. Quindi si impone una serie di precisazioni a ciò che l’ex ministro di Berlusconi (e beniamino della Lega) scrive su Twitter. È ovvio che, a quasi 10 anni di distanza, la memoria dei cittadini faccia difetto in un paese che vive nell’esterno presente. Ma è oltremodo strano che gli smemorati siano i protagonisti di quella storia.

Come e’ possibile che Tremonti riesca a dire: “Non ho firmato e non avrei mai firmato questo orrore #Mes“? Perché l’11 luglio 2011 l’allora ministro dell’Economia e Finanze Tremonti firmò in persona proprio il trattato istitutivo dell’European Stability Mechanism (Esm o Mes).

Immagine

L’istituzione del Mes era peraltro stata già decisa a marzo 2011, con l’Eurogruppo dell’11 marzo (a cui partecipò lo stesso Tremonti) e con il Consiglio europeo del 25 marzo (a cui partecipò l’allora Premier Berlusconi), che modificò l’art. 136 del Trattato Ue proprio per consentire agli stati della zona euro di istituire il Mes.

Immagine

Fu dopo tale modifica, che come gia’ detto l’11 luglio 2011 Giulio Tremonti firmò la prima versione del Trattato istitutivo del Mes. Poi la crisi del 2011 precipitò rovinosamente. Quindi già il 21 luglio un altro Consiglio europeo (al governo c’erano sempre Berlusconi e Tremonti) introdusse alcuni miglioramenti al Mes.

Poi, dopo l’approvazione del Six pack (sempre negoziato da Tremonti in persona), a dicembre 2011 – quando era subentrato il governo Monti, sostenuto dal partito di Tremonti — i leader europei decisero di fare proprie le modifiche del 21 luglio e di anticipare l’introduzione del Mes di un anno, nel 2012.

Si arriva così, al 2 febbraio 2012, alla firma del secondo trattato del Mes, che emenda in parti non sostanziali la prima versione firmata da Giulio Tremonti. Non capisco perché il ministro Tremonti dimentichi o ripudi il suo ruolo nella costruzione delle istituzioni europee.

Deve fare attenzione alle falle della memoria sul Mes, perché così rischia di non salire sull’Arca di Noè. Come proprio oggi Tremonti dice in un’intervista su Il Foglio ad Annalisa Chirico (dedicata ad altri temi): “Negherei l’accesso [all’Arca di Noè] ai falsi profeti e cattivi maestri, facilmente identificabili perché Google non perdona“.

 

Immagine

Luciano Capone

Giornalista de Il Foglio

1 comment

Fare chiarezza sul Mes è un’opera di depurazione delle menti | Immoderati 22/04/2020 at 13:55

[…] e termina nel giungo 2011 nel pieno della crisi dei debiti sovrani sotto il governo Berlusconi. La firma finale arriva con il Governo Monti nell’agosto del 2012. Fino ad allora fu usato uno […]

Reply

Leave a Comment

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com