Corsivi corsari

Prima i Toscani? No, prima l’italiano

“Contro la legge-vergogna voluta dal Pd presenteremo migliaia di emendamenti, sfruttando ogni strumento democratico per fermare questo folle progetto”. Parola dei leghisti della Regione Toscana, che per dare massimo risalto alla propria battaglia si sono fatti fotografare indossando magliette con uno slogan non proprio originalissimo “Prima i toscani”. E risalto l’hanno dato, ma per l’uso un po’ troppo disinvolto dell’idioma dei corregionali Dante e Petrarca: hanno infatti sbagliato la divisione in sillabe della frase, stampata sulle t-shirt. Una “esse” è stata fatale: “Pri-ma i Tos-ca-ni” invece della formula corretta “Pri-ma i To-sca-ni”. 

Eppure i consiglieri che hanno prestato le proprie fattezze, anche intellettuali, per sfoggiare la scritta sono ben sei, Jacopo Alberti, Luciana Bartolini, Roberto Biasci, Marco Casucci, Elisa Montemagni e Roberto Salvini. Possibile che nessuno di loro s’è accorto dello strafalcione? 

Prima i Toscani o prima l’italiano?

m5s, grillini, Toscana

1 comment

Dario Greggio 17/07/2019 at 22:56

“si sia” accorto, sarebbe anche meglio 🙂

Reply

Leave a Comment