Speaker's Corner

Raccolta differenziata: per gli imballaggi superato l’80 per cento

Ogni tanto qualche buona notizia dal nostro Paese sul fronte ambientale. Nel 2018 è stato recuperato l’80,6 per cento dei rifiuti di imballaggio. Nel dettaglio, 10.691 tonnellate delle 13.267 totali immesse al consumo. Di queste, la parte avviata a riciclo sfiora il 70 per cento. Sono i primi dati forniti dal Consorzio nazionale imballaggi (Conai). Praticamente più di quattro imballaggi su cinque vengono sottratti alla discarica. E’ un dato che, secondo le dichiarazioni del presidente del consorzio, Giorgio Quagliuolo, pone l’Italia in una posizione di leadership all’interno dell’Unione europea. 

Pertanto la relazione generale vonsuntiva 2018, appena resa nota da Conai, ritrae un Paese all’avanguardia nel perseguire gli obiettivi di recupero e riciclo dei materiali di imballaggio previsti dalla legislazione europea. Un impegno meritorio, dal momento che tra gli indicatori del grado di civiltà di un Paese, primeggiano anche quelli ambientali. 

Rispetto al 2017, sempre secondo i dati del Conai, la percentuale di recupero complessivo è aumentata del 3 per cento e il sistema si conferma un’eccellenza nel riciclo dei rifiuti di imballaggio, avendo già raggiunto per tutti i materiali (tranne la plastica, ma manca meno del 6 per cento) gli obiettivi di riciclo previsti dalla nuova direttiva comunitaria al 2025. 

Nel dettaglio, nel nostro Paese sono stati riciclati, nel 2018, l’81,1 per cento degli imballi in carta, l’80,2 per cento di quelli in alluminio, il 78,6 per cento di quelli in acciaio, il 76,3 per cento di quelli in vetro, il 63,4 per cento di quelli in legno, il 44,5 per cento di quelli in plastica. 

Le performance ambientali, almeno su questo fronte, continuano quindi a migliorare. Anche grazie alle intese con i comuni italiani realizzati tramite l’accordo nazionale con Anci. Andrà certamente migliorata l’attenzione alle aree ancora in ritardo, in particolare nel Sud del Paese, che richiedono impegno e risorse. Va infine considerato che la filiera del riciclo genera sviluppo e occupazione in tutto il Paese.

raccolta differenziata, imballaggi, rifiuti

Giampiero Castellotti

Romano, sono giornalista professionista iscritto all'Ordine dal 1983. Ho lavorato per quotidiani e riviste, occupandomi in particolare di temi economici e sociali. Sono stato consulente di parlamentari, enti locali, Anci Servizi, Anev, Cna, Confindustria, Formez, Legambiente, Retecamere, ecc. Sono stato caposervizio della casa editrice dello Snals ed attualmente responsabile dell'Ufficio comunicazione dell'Unsic, sindacato datoriale con 2.100 Caf in tutta Italia.

Leave a Comment