Rassegna stampa: Legge di stabilità e provvedimenti collegati, corruzione e spesa pubblica, libero scambio e concorrenza

Settimana giornalistica improntata alla presentazione della legge di stabilità con le relative polemiche politiche e discussioni.

Come d’abitudine di questo governo, i testi legislativi ancora non esistono; per ora si discute sulle slide, dichiarazioni, tweet di Renzi.

La manovra, per quel che è dato capire, è fondata in gran parte sull’aumento del disavanzo pubblico. Pochi i tagli alla spesa (2 miliardi rispetto alle nuove spese). Nicola Rossi ha così brillantemente definito questa legge di stabilità: “caratterizzata dall’imprudenza e dominata da una logica politico-elettorale”.

I provvedimenti che più fanno discutere sono quelli che prevedono l’innalzamento al limite dell’uso dei contanti (da 1000 a 3000 euro), l’abolizione della tasi, l’inserimento del canone rai nelle spese della bolletta energetica.

I giornali questa settimana danno molto spazio anche alla cronaca, con l’assoluzione di Erri de Luca dall’accusa di istigazione a delinquere (per le sue dichiarazioni sulla tav) e il caso del pensionato milanese che ha ucciso un ladro introdottosi nel suo appartamento.

A livello internazionale: strada spianata per Hillary Clinton dopo che Joe Biden ha rinunciato a candidarsi per il partito democratico; hanno suscitato grande disappunto le dichiarazioni di Netanyahu secondo cui “Hitler non voleva lo sterminio degli ebrei, ma fu il Gran Mufti a fargli cambiare idea”.

Questo e altro nella nostra immancabile rassegna stampa.

That’s the press baby

“Al politico il quale agisce giova la collaborazione dello studioso il quale constata le diverse vie che si possono seguire per raggiungere un fine (ad esempio imposta A o imposta B o C ecc.), ne esamina il diverso contenuto e tenta di prevederne i differenti risultati. Questa collaborazione serve al politico il quale ha differenti fini dinnanzi agli occhi e desidera conosceere i risultati probabili dei diversi mezzi all’uopo offerti. Non giova invece la collaborazione offerta dal dottrinario il quale all’imposta A dà il nomignolo di liberale o reazionaria o democratica o socialista o corporativa e senz’altro la condanna o la esalta a seconda del nomignolo appiccicato.”

Luigi Einaudi

 

        Legge di stabilità 2016: considerazioni generali

La pressione fiscale e le rivoluzioni mancate della Redazione – Istituto Bruno Leoni
Tagli di tasse nel 2016: si scrive 23, si legge 3 di Francesco Daveri – lavoce.info
La salvaguardia sotto il tappeto di Mario Seminerio – Phastidio.net

      Legge di stabilità: abolizione della Tasi

Mio nonno fava i mattoni … di Michele Boldrin e Brighella – Noise from Amerika
Contro le imposte patrimoniali* di Francesco Maria Renne – the Fielder

       Legge di stabilità: innalzamento della soglia per uso del contante

Elogio del contante in tasca o sotto il materasso quando lo stato si fa predatore di Carlo Lottieri – Il Foglio
L’evasione paga in contanti di Giovanni Immordino e Francesco Flaviano Russo – lavoce.info

       Legge di stabilità: pagamento del canone Rai

Perché il canone Rai (anche nella bolletta) è una tassa ingiusta di Pierluigi Battista – Corriere della Sera

       Corruzione e spesa pubblica

La corruzione si combatte tagliando la spesa di Claudio Cerasa – Il Foglio

       Accordi di libero scambio e concorrenza

Perché l’accordo di libero scambio con gli Stati Uniti conviene all’Italia di Marco Cecchini – Il Foglio
Il caffè italiano sarà pure imbattibile, ma ha molto da imparare da Starbucks di Luciano Capone – Il Foglio

       Sul rapporto fra Renzi e quelli bravi

Lavorare con Renzi: scappano i bravi (Boeri, Perotti), restano i carrieristi di Michele Fusco – gli Stati Generali

       Sul rapporto fra M5S e complottisti

Cinque Stelle, la malattia pericolosa dei complottisti anti-vaccini di Paolo Mieli – Corriere della Sera

       Storia e politica

Storia piegata come un fuscello di Goffredo Pistelli – Italia Oggi
Un nuovo (ma finto e segreto) Congresso di Vienna di Alessandro Campi – Istituto di Politica

        Politica e buffonate

 L’uomo con la pistola scarica di Aldo Cazzullo – Corriere della Sera

Assoluzione di Erri de luca

Erri de Luca non è un martire di Domenico Cacopardo – Italia Oggi

Caso de Luca: i martiri della libertà di pensiero sono un’altra cosa, di Alessandro Campi – Il Messaggero

* Articolo apparso su the Fielder il 3 Ottobre 2013 e riproposto sui social dall’autore la scorsa settimana

Giuseppe Carteny

Laureato in Scienze di Governo, chitarrista liberale e aspirante politologo rock. O quantomeno blues. Militante di me stesso, per due anni attivista di Fare per Fermare il Declino. Ex membro della Direzione Regionale del Lazio e della Direzione Nazionale del partito.
Cinico visionario, critico impenitente, anche di me stesso. Immoderato per vocazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata