Hanno allevato la bestia populista: ora ne sono schiavi

Io sono di parte e mentre su certi temi ho fatto il callo, su altri resto parecchio suscettibile. Sarò anche inutilmente maniacale sullo Stato di diritto, ma per me lo specchio del paese sono le gazzarre che vengono fuori ad ogni autorizzazione a procedere agli arresti di un parlamentare. C’è tutto: la mancanza di scolarizzazione, l’ignoranza che vede ogni cosa in chiave anticasta, lo sciacallaggio politico dei populisti di quart’ordine, il giornalismo che punta solo ai facili click venendo costantemente meno al suo dovere di informare. E soprattutto la politica vigliacca che a parte rari elementi cala le brache alle bestie forcaiole non sapendo nemmeno render conto delle proprie azioni. Sperano di sopravvivere ancora un po’ ammansendo la bestia che hanno allevato in questi anni, talvolta aizzandola, più spesso coccolandola. Non si accorgono che sono già in totale balia di questa bestia, inermi e inutili, da anni. E lo saranno ancora per molto tempo: quello della crisi.

Stefano Leanza

Nato a Milano un ventennio fa, studio Giurisprudenza a Roma. Penso liberale e scrivo di giustizia e garantismo. Blogger per hobby, sono appassionato di giornalismo politico e sportivo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata