Rassegna stampa: Grecia, matrimonio gay in Usa, strage a Tunisi

Questa settimana la stampa nazionale è dominata dalla questione greca. Mentre in Grecia continua la corsa agli sportelli per mettere in sicurezza i propri risparmi prima di un eventuale ritorno alla dracma e alla svalutazione, Tsipras ha deciso di sottoporre il piano dei creditori stabilito durante i vertici europei ad un referendum popolare che equivale alla scelta se rimanere o no in Europa. A causa dell’intransigenza del premier greco non si è riusciti ad arrivare ad un accordo definitivo tra le due parti – creditori e governo greco – e ora è sempre più probabile un fallimento del paese e l’uscita dall’Unione. Vedremo in questi giorni come andrà a finire questa tragicommedia.

Negli Stati Uniti gli ultimi giorni due sentenze della corte suprema hanno segnato due successi politici di Obama: quella che conferma la legittimità dell’ObamaCare e, soprattutto, quella che ha sancito, in base al quattordicesimo emendamento, il matrimonio gay come diritto costituzionale. Non di matrimoni gay si discute in Italia ma di più blande unioni civili; la legge Cirinnà è in parlamento e dovrebbe essere discussa nei prossimi giorni.

La sentenza storica degli Usa ha in parte oscurato la strage avvenuta a Tunisi per mano dell’Isis, con l’uccisione di 14 turisti a Soussa, e l’attentato in Francia e Kuwait.

Sul fronte italiano, l’approvazione al senato della riforma annacquata della scuola non nasconde le grosse difficoltà del governo Renzi, mai così debole.

In particolare nella (non) gestione dell’immigrazione; il vertice europeo che doveva stabilire una soluzione sulla ripartizione di 40000 profughi non ha avuto un esito soddisfacente.

Questo e altro nella nostra rassegna stampa.

That’s the press baby!

“Qualcuno dice che non si può affidare il governo a chi detiene dei mezzi di
comunicazione e di propaganda tali da poter irretire e coartare la pubblica
opinione. Obiezione respinta. Gl’ Italiani che hanno votato per lui sapevano
benissimo che Berlusconi deteneva quei mezzi di comunicazione  ed hanno
anche visto come li usava. Eppure lo hanno massicciamente votato”.

Indro Montanelli

Grecia:

“Non sarà una vittoria per tutti” di Alberto Mingardi – Ibl/ La Stampa

“Più tasse per tutti per salvare Atene” di Alberto Bisin – la Repubblica – interstingpress.blogspot.it

“Draghi e gnomi” di Mario Seminerio – Econopoly, Il sole 24 ore

Nomina di Adriano Sofri a consulente del Ministero della Giustizia:

“Sofri e Travaglio, il teatro, la galera” di Ascanio Celestini – Internazionale

“La fine già scritta dell’uomo perbene condannato a morte dalla sinistra”   di Giampaolo Pansa – Libero

Renzi, immigrazione, scuola:

“Se l’opinione pubblica è più impaziente del premier” di Luca Ricolfi – Il Sole 24 Ore

“Rifugiati: i limiti della rilocalizzazione” di Sergio Briguglio – Lavoce.info

“Immigrazione, le ragioni degli altri” di redazione – Il Foglio

“Il preside serve assolutamente” di Goffredo Pistelli – Italia oggi

Economia, sentenza della Consulta:

“La politica europea nella trappola della povertà” di Francesco Daveri – Lavoce.info

“Il falso in bilancio tra rigore e intelligienza” di Tommaso Di Tanno – Lavoce.info

“Dopo le autostrade, le ferrovie: la concessione è un affare” di Marco Ponti e Giorgio Ragazzi – Lavoce.info

“Incognite «sopravvenienti” di Guido Gentili – Il Sole 24 Ore

Altro:

“I nuovi demagoghi che cavalcono l’odio delle divise” di Carlo Bonini – la Repubblica

“Non si tratta di lupi solitari” di Vittorio Emanuele Parsi – Il Sole 24 Ore

“La vittoria antropologica di Obama e dei giudici ‘postmoderni'” di Mattia Ferraresi – Il Foglio

 

 

Elia Dall'Aglio

Liberale eterodosso, laureando in scienze politiche. Mi interesso di politica, giornalismo, tennis.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata