Le verità di Di Battista e Salvini che hanno conquistato il mondo

Una recente raccolta de The New York Times sulle più assolute verità diffuse nell’anno appena trascorso, ci vede primeggiare a livello mondiale. A tenere alto l’onore italiano sono Di Battista e Salvini. Il primo ha raggiunto la notorietà globale dopo aver affermato che il 60% del territorio nigeriano è in mano ai fondamentalisti islamici, mentre il resto del paese è alle prese con l’ebola. Mentre del primo problema non ci preoccupiamo poiché ciò che accade oltre i confini nazionali non ci tange minimamente, il secondo è invece assai serio, siccome un numero indefinito di africani infetti potrebbe entrare in Italia rischiando di contagiarci.

Salvini tostapanePer quanto riguarda Salvini, l’episodio si colloca all’interno della sua crociata contro l’Europa (vedi foto). A onor del vero (espressione alquanto fuori luogo visto il contesto), il paladino della libertà non è lo scopritore di tale vigliaccheria, ma solo un degno difensore della causa degli amanti del pan tostato a colazione. L’Europa delle banche ha infatti sferrato il suo ennesimo attacco per massacrarci; urge correre ai ripari seguendo le soluzioni presentate dal leader leghista.

Il Paese ringrazia i suoi eroi per questo inaspettato riconoscimento internazionale e si augura di continuare a raccogliere i frutti di una politica così efficace e stimolante.

Filippo Massari

Studente di Economia presso l’Università di Jönköping, nel sud della Svezia, e collaboratore, in qualità di traduttore, di Mises Italia. Da settembre 2015, blogger presso Austrian Economics Center. Appassionato di libri e musica di vario genere, cinema d’autore, sport e altro ancora.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata