Rassegna stampa: elezione di Sergio Mattarella e conseguenze nei partiti, reazioni alla vittoria di Tsipras, quantitative easing

nataleraiuno2Anche  nella settimana appena trascorsa giornalisti e commentatori si sono concentrati in modo particolare sul voto per il presidente della Repubblica e sulla vittoria di Syriza in Grecia.

Per quanto riguarda l’elezione di Sergio Mattarella segnaliamo l’analisi di Carmelo Palma su Strade, che si discosta dall’interpretazione “Renzi furbo, gli altri scemi”, mettendo in rilievo l’assenza di un vero progetto politico nel disastrato centro-destra. Come da tradizione, una volta diventata quasi certa l’elezione di Mattarella, i giornalisti della RAI e quelli dei principali quotidiani nazionali si sono affaccendati nella redazione di servizi agiografici sulla figura del nuovo presidente della Repubblica. Segnaliamo le stecche nel coro: Massimo Bordin sul Foglio e Oscar Giannino durante la trasmissione I conti della belva su Radio 24.

Sulle elezioni greche era facile prevedere che la sinistra italiana non avrebbe lesinato le lodi nei confronti di Tsipras. Meno scontato che al coro si sarebbero uniti anche esponenti della destra. In rete e sui social la rappresentazione più efficace di questo atteggiamento è stata offerta da questa ultim’ora del Lercio:  Si ribalta carro dei vincitori di Tsipras: feriti 85 politici italiani.

Meritevoli di lettura alcune analisi sugli effetti del quantitative easing, vari articoli su scuola e universitàprezzo del petrolio e Arabia SauditaExpo 2015, una riflessione di Michele Boldrin su brevetti e monopoli ed un articolo sulle azioni effettive intraprese dagli Alleati  per ostacolare lo sterminio degli Ebrei durante la seconda guerra mondiale.

That’s the press, baby.

Buona lettura!

«Chi di voi vorrà fare il giornalista, si ricordi di scegliere il proprio padrone: il lettore.»

Indro Montanelli

Elezioni del presidente della Repubblica e suoi effetti nei partiti

Renzi furbo, gli altri scemi? No, il trionfo di Mattarella ha ragioni “oggettive”” di Carmelo Palma – Strade

La dissoluzione del centrodestra” di Pierluigi Battista – Corriere della Sera

Il Grande Trasformista e le sue trote” di Alessandro Gilioli – L’Espresso

Bordin line – 29 Gennaio 2015” di Massimo Bordin – Il Foglio

La storia controversa dei Mattarella” di Dimitri Buffa – L’Opinione

Quirinale, il giorno di Mattarella?” di Carlo Alberto Carnevale Maffè e Oscar Giannino – I conti della belva, Radio 24

Reazioni alla vittoria di Syriza

Destra e sinistra unite contro l’Europa: l’alleanza tattica dei populismi” di Alessandro Campi – Istituto di Politica

Il miope abbraccio all’icona” di Pierluigi Battista – Corriere della Sera

Che Tsipras ora faccia il duro e puro: si capirà cosa davvero siano la UE, la destra e la sinistra che insieme plaudono Syriza” di Oscar Giannino – Istituto Bruno Leoni

Non fate movimenti bruschi” – Phastidio

Greek bank ECB funding to hit €65bn” – Financial Times

Quantitative easing

QE o non QE? Ovvero, l’inutile dilemma”  di Michele Boldrin – Noise from Amerika

Europe Joins the QE Party” diFrank Hollenbeck – Mises Institute

Il bazooka ha controindicazioni” di Carlo Lottieri – Italia Oggi

Altre notizie e commenti

Narcicismo e cecità dei baroni uccidono l’università italiana” di Gian Antonio Stella – Corriere della Sera

Petrolio, cosa cambia dopo la morte del re saudita” di Giampaolo Tarantino – Linkiesta

Mayday in Milan” – The Economist

Tutti monopolisti, tutti fottuti: una parabola italiana” di Michele Boldrin – Noise from Amerika

La colpa di non aver bombardato i lager” di Daniel Ronzoni – Linkiesta

Luca Mosè Sanna

Ingegnere delle telecomunicazioni, lavoro nell'area tecnica di un operatore di servizi di telefonia e Internet. Sono stato fra i promotori del Comitato Fermare il declino "Luigi Einaudi" - Siena: girando l'Italia per le varie iniziative di Fermare il declino ho conosciuto tanti amici in gamba iscritti al Partito Liberale Italiano, a MIT-Modernizzare l'Italia, ai Radicali e a tanti altri partiti e associazioni della numerosa -purtroppo solo in termini di sigle- galassia liberale. Mi piacerebbe che i liberali italiani riuscissero a "fare squadra" e mi adopero affinché questo desiderio non rimanga un sogno.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata